Racconti di guerra

I segni dell’uomo nelle terre alte.

A quasi otto anni dalla scomparsa del grande scrittore Mario Rigoni Stern, il Comitato Scientifico Veneto Friulano Giuliano del CAI ha voluto perpetuarne il ricordo con la quarta edizione del Concorso fotografico a lui dedicato.

locandina-premiazioni-mrs4Rigoni Stern era nato ad Asiago il primo novembre del 1921. L’infanzia trascorsa nelle malghe dell’Altipiano, tra la gente di montagna, a contatto con i pastori, lui, Mario, una famiglia numerosa e di tradizione commerciale. Alpino, per scelta quando si arruola volontario alla scuola militare di Aosta e la guerra non è all’orizzonte, viene chiamato alle armi nel ’39 e la sua vita cambia per sempre. Impegnato nel fronte albanese, poi in quello russo, sperimenta la tragedia della ritirata, dell’abbandono e della morte nella gelida neve e poi della deportazione.

Se nei precedenti concorsi il tema principale del concorso è stata la natura che ci circonda, tanto amata dal Maestro, nelle prossime edizioni il Comitato Scientifico VFG e la famiglia Rigoni Stern hanno deciso di spostare l’attenzione sulle tracce dell’uomo nelle Terre Alte; il quarto concorso è pertanto il primo di una serie dedicata alla presenza antropica sulle montagne.

Il 27 dicembre p.v., nella sala consiliare del Comune di Asiago, avrà luogo la serata di premiazione del premio fotografico Mario Rigoni Stern e della relativa mostra delle opere fotografiche.