Trekking a CRETA Orientale

Il CAI Cortina, in collaborazione con Naturatrailer, organizza un interessante trekking di primavera nell’isola di Creta.
Il viaggio avrà una durata di 8 giorni / 7 notti, da venerdì 1 a venerdì 8 maggio 2020.

Benvenuti a Creta!

È la regione più a sud d’Europa, la quinta isola del mediterraneo per estensione (8260 kmq) dopo la Sicilia, la Sardegna, Cipro e la Corsica. Lunga 255 km, larga da 13 a 55 km. La più grande e meridionale delle isole greche; a 100 km di distanza dal Peloponneso, a 175 km dalle coste egiziane, a 800 km dalla costa africana. Conta circa 550.000 residenti. La capitale è Iraklio.
Nasce 18 milioni di anni fa quando era unita alla Grecia e Turchia, dalle quali si staccò 8 milioni di anni fa, per assumere 1 milione di anni fa l’attuale aspetto.

Secondo la mitologia Greca è l’isola di Zeus, che con le sembianze di toro bianco, rapì Europa, principessa fenicia, e la portò a Creta dove con lei diede origine alla stirpe minoica; e cinquemila anni fa alla prima civiltà progredita d’Europa. Il suo nome è di origine semitica e, dal punto di vista occidentale, vuol dire “occidentale”. Dopo il tramonto della civiltà minoica, avvenuto sotto la dominazione romana, e durante il periodo post-classico, Creta fu assoggettata a diversi dominatori: dal 1204 al 1898, per 700 anni fu occupata dai turchi e dai veneziani. Nel XX sec. nuove invasioni: nel 1941 i paracadutisti tedeschi conquistarono l’isola, devastando numerosi villaggi.

La religione è quasi il 100% greco-ortodossa. Oltre mille chiese si possono classificare secondo la localizzazione, la funzione e la struttura architettonica. In merito alla localizzazione si distinguono le chiese di paesi o città deputate allo svolgimento di funzioni liturgiche quotidiane, alle piccole abbazie che si trovano sparpagliate qua e là nelle campagne. Costruite grazie alle donazioni di semplici contadini, grandi latifondisti, o dalle famiglie reali nel periodo bizantino, vengono utilizzate solo quando ricorre il giorno dedicato al santo a cui sono consacrate. In passato rimanevano aperte per i viandanti che desideravano pregare o accendere un cero. Oggi, a causa dei frequenti furti delle cassette delle elemosine e delle icone, sono quasi tutte chiuse. Alcune chiese isolate erano un tempo chiese di monasteri, si tratta di piccole cappelle intonacate di bianco, immerse in paesaggi deliziosi.

Trekkers a CretaLa Rete Sentieristica Europea: è una rete di sentieri di lunghezza estremamente elevata attraverso l’Europa. Tutti questi cammini attraversano diversi paesi, al contrario della maggior parte dei sentieri a lunga distanza europei che si trovano in un’unica nazione o regione. La rete sentieristica europea è definita dalla European Ramblers’ Association, e fa uso in generale di sentieri preesistenti come i sentieri GR-Grand Randonnèe.

Il Sentiero Europeo E4 è lungo 11.000 km. circa, che iniziano dalla città spagnola di Tarifa, a sud del continente europeo, e si sviluppa attraverso la Francia, la Svizzera, in Germania, l’Austria, l’Ungheria, la Romania, la Bulgaria, e la Grecia fino a Cipro. L’itinerario è mancante di tratti in Romania e parzialmente in Bulgaria.

Note al trekking: Le camminate non risultano essere impegnative per coloro che abitualmente praticano il trekking, e siano adeguatamente allenate. I sentieri si snodano prevalentemente sulla costa o ad essa vicina (tranne quelli dentro le Gole). I tempi di cammino indicati nel programma fanno riferimento ai tempi medi impiegati da precedenti gruppi. Lungo i sentieri sulla costa ci sarà più volte l’opportunità di fare il bagno nel mare libico.

Programma del trekking a Creta

Per scaricare il programma completo clicca qui.

Iscrizioni

Clicca qui e scarica il modulo d’iscrizione.