Primo weekend con il Teatro delle Dolomiti

Fino al 31 luglio 2016 – varie location, Cortina d’Ampezzo 
La compagnia (S)legati propone 4 spettacoli a tema sport immersi nella natura

Teatro delle Dolomiti è un progetto diverso, inedito, alt(R)o.

Nel week-end, la possibilità di fare un trekking in mezzo alla natura e arrivare al Rifugio Dibona per vedere “Ultima stagione da esordienti” o “Andrè”, spettacoli rispettivamente dedicati al calcio, quello pulito e leggero dei 13 anni, e al tennis, con André Agassi. Ogni giorno uno spettacolo, ogni giorno un evento straordinario.
____

La Compagnia (S)legati, composta dal duo Mattia Fabris e Jacopo Bicocchi, insieme al Comune di Cortina d’Ampezzo, propone questa mini-tournée tra le vette: dal 19 al 31 luglio, quattro diversi spettacoli prenderanno vita in varie location intorno alla perla delle Dolomiti.

La cifra stilistica della Compagnia è quella di portare il teatro fuori luogo, e in particolare intorno alle nostre montagne: nei rifugi, principalmente, ma anche nei campi da calcio e da tennis.
“Lo sport e il teatro hanno dei sorprendenti punti di contatto”, spiegano gli autori. “Ci sono dei protagonisti, c’è un pubblico, c’è un palcoscenico, e soprattutto c’è lo stesso campo da gioco: l’uomo”.

Portato fuori dai luoghi del teatro, il teatro ritrova il senso profondo del suo esistere: si esalta il suo essere motivo di incontro e di scambio tra le persone, e in più, nel suo proporsi fuori sede, ritrova la forza di una nuova contestualizzazione: il luogo entra in dialogo con i contenuti potenziandone il messaggio.

Quattro gli spettacoli che Mattia e Jacopo metteranno in scena ogni giorno dal 19 al 31 luglio, passando dal Rifugio Col Gallina al Rifugio Lagazuoi, dal rifugio Di Bona all’Hotel Argentina, dai campi da calcio e da tennis alla conchiglia degli eventi in centro a Cortina.

____

Il punto di (non) ritorno è la nuova produzione della compagnia, e parla della storia vera di Jim Davidson e Mike Price, due amici che decidono di scalare il Monte Rainier nello stato di Washington, Stati Uniti. La loro storia non è famosa, ma è la storia di tutti noi: quella scalata non è solo la conquista di una vetta, è un punto di non ritorno, un cammino impensato dentro alle profondità del loro legame, un viaggio che durerà ben più dei 4 giorni impiegati per raggiungere la cima. Una storia che racconta le difficoltà e i passaggi obbligatori che la vita ci mette davanti, e che parla di perdita, lutto, mancanza, e di quel dialogo, silenzioso e profondo, che continuiamo ad avere con le persone che non sono più con noi, ma che in qualche modo continuano a essere presenti.
In scena: 26-30 Luglio

(S)legati è il progetto che ha reso famoso il duo attorale, e a cui si sono ispirati per dare il nome alla loro Compagnia. E’ la storia, anche questa vera (perché la vita stupisce più della fantasia), dei due alpinisti Joe Simpson e Simon Yates. E’ la storia di un miracolo, di un’avventura al di là dei limiti dell’umano. E potente è il suo valore simbolico: la montagna diventa la metafora del momento in cui la relazione è portata al limite estremo, in cui la verità prende forma, ti mette alle strette e ti costringe a “tagliare”, a fare quel gesto che sempre ci appare così violento e terribile, ma che invece, a volte, è l’unico gesto necessario alla vita.
In scena: 27-31 luglio

André è un reading tratto da quel libro eccezionale che è Open di Andrè Agassi. Ma straordinario non è tanto il libro, quanto il conflitto interiore che racconta: Agassi non è un tennista qualunque, è il numero uno al mondo. Eppure odia il tennis. Questo spettacolo racconta una storia epica, commovente, ricca di suspense, e vera come possono esserlo le domande e non potranno mai esserlo le risposte. Un reading sul tennis che verrà messo in scena proprio sui campi da tennis.
In scena: 21-24-29 luglio

Ultima stagione da esordienti parla, infine, di quei momenti della vita in cui succede qualcosa che ti fa cambiare strada, il momento della scelta da cui non si può tornare indietro, e dopo cui nulla sarà più come prima. Il tema è il calcio, quello pulito e leggero dei 13 anni, quello delle maglie sgualcite e dei numeri scuciti. Qualunque luogo che ospita dei bambini e un pallone, è il luogo naturale dove portare questa storia.
In scena: 22-23-28 luglio

PROGRAMMA COMPLETO

21 luglio, 21 – André – Tennis Apollonio – via dei campi 8 – Cortina d’Ampezzo
22 luglio, 21 – Ultima stagione da esordienti – Campetto Polivalente
23 luglio, 14.30 – Ultima stagione da esordienti – Rifugio Dibona
24 luglio, 14.30 – André – Rifugio Dibona
26 luglio, 21 – Il punto di (non) ritorno – Conchiglia di Piazza Dibona
27 luglio, 21 – (s)legati – Conchiglia – Conchiglia di Piazza Dibona
28 luglio, 21 – Ultima stagione da esordienti – Hotel Argentina
29 luglio, 21 – André – Hotel Argentina
30 luglio, 12.30 – Il punto di (non) ritorno – Rifugio Lagazuoi
31 luglio, 18.30 – (S)legati – Rifugio Col Gallina

________________________

Un evento di:
Comune di Cortina d’Ampezzo

Realizzato in collaborazione con:
ROCKEXPERIENCE – sponsor tecnico
MOVERSPORT – che organizzerà i trekking per raggiungere i rifugi
RADIO103 – mediapartner

Info e contatti:
Jacopo 328.8661358 Mattia 338.9046471
FB: /compagnia S-legati
www.slegati.wordpress.com